Stile minimal in cucina

Quest’anno la maggior parte delle scelte di chi ha rinnovato la propria cucina, si è diretta sullo stile minimal, decisamente un risultato importante soprattutto in un contesto dove fioriscono nuovi stili carichi di personalità e di originalità. Questo importante dato non è emerso solamente perchè che le cucine minimal sono simbolo di sobrietà ed eleganza ma che trova radici più profonde soprattutto fra gli appassionati del design.

Pioniere dell’arredamento minimal è senza dubbio l’America che già dagli anni ’60 ha diretto questo mercato verso una completa rottura con il passato, eliminando tutto ciò che è superfluo, generando una grande esaltazione della pura funzionalità. Da allora lo stile ha subito una vera e propria evoluzione passando da un pubblico di nicchia a una sempre maggiore schiera d’estimatori.

Attualmente lo stile minimal è una corrente che ha come scopo la valorizzazione delle forme, dei materiali e la gestione artistica dello spazio e della luce. Le cucine minimal, infatti, rispondono alle esigenze dell’abitare moderno perché permettono una grande libertà nella progettazione degli spazi, soprattutto nell’interazione fra zona living e ambiente cucina, unita a una grande spinta estetica caratterizzata da eleganza e ricercatezza. Le proposte minimali hanno una forte espressione materia combinata con soluzioni tecniche di grande pregio, basti pensare ai sistemi clip top oppure al sistema servo drive di Blum ideali per le soluzioni prive di maniglia. La luce è modulata da forme moderne e innovative che permettono interessanti giochi di chiaro scuro, mentre il colore tende generalmente a esaltare la naturale bellezza dei materiali.

Uno stile che oggi offre un’ampia possibilità d’interpretazioni differenti che esprimono un carattere deciso e forte.

Trova la tua cucina minimal!

Potrebbe piacerti anche